Per un’accessibilità oltre le barriere culturali, architettoniche e naturali.

Tavola rotonda con gli studenti del Liceo Montale per parlare di cultura dell'accessibilità
24 febbraio 2017 - dalle 9.00 alle 13.00

Auditorium del Liceo Eugenio Montale

via di Bravetta 545 - Roma

www.liceomontaleroma.it-  rmpc320006@istruzione .it

 

L’incontro si pone l’obiettivo di sensibilizzare alunni, docenti e collaboratori sul tema dell’accessibilità e del superamento delle barriere architettoniche, che sono sempre espressione di barriere culturali. Ènecessario ripercorrere la percezione della disabilità nella storia dell’uomo e ripensare alla disabilità stessa come condizione non determinata dalle caratteristiche peculiari della persona ma dalla pianificazione e dall’organizzazione dell’ambiente esterno. Finalità ultima del progetto è dunque una maturazione della coscienza civica, dei valori della condivisione e dell’inclusione dell’intera comunità scolastica.

 

Apertura dei lavori

Saluti della Preside, Prof.ssa Raffaella Massacesi

Introduzione Prof.ssa Sonia Cappellini

 

Intervengono

Paolo Vissani, di Adam Accessibility: Le barriere culturali, la percezione della disabilità nella storia

Fabrizio Vescovo, docente di  Architettura: Progettare senza barriere

Marco Bailetti, associazione “Il Cammino Possibile”: Natura senza barriere, il cammino è possibile per tutti

Stefano De Santis, Insegnante del Liceo Montale: L’esperienza della disabilità e delle barriere architettoniche a Roma raccontata nel film “Cos'è un Manrico", di Antonio Morabito, 2012

Ilaria Canali, Ufficio Comunicazione di FederTrek: Le barriere nella comunicazione

Carlo Rossetti, di Aisa Onlus: La convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

 

Modera e coordina i lavori

 Sonia Cappellini

 

Esibizione finale del coro del liceo Montale con la cover della canzone "vengo anch'io" di Jacopo Melio